MicroEmiRo

MicroEmiRo

Collezioni microbiche regionali: la biodiversità al servizio dell’industria agroalimentare

 

Il progetto sfrutta il potenziale tecnologico e la biodiversità delle collezioni microbiche per favorire l’innovazione nell’industria agroalimentare regionale e il miglioramento qualitativo e igienico-sanitario di diversi prodotti. Il progetto si snoda su due assi:

  • l’utilizzo dei microrganismi come agenti fermentativi per l’ottenimento di numerosi prodotti
  • la possibilità di sfruttare alcuni ceppi come colture bioprotettive per aumentare la sicurezza e la shelf life di prodotti freschi

 

Capofila: Centro Interdipartimentale per la Ricerca Industriale Agroalimentare CIRI AGRO - Università di Bologna

Partner: Centro Interdipartimentale sulla Sicurezza, Tecnologie e Innovazione Agroalimentare SITEIA.PARMA - Università degli Studi di Parma, Centro per il Miglioramento e la Valorizzazione delle Risorse Biologiche Agroalimentari BIOGEST-SITEIA - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università Cattolica del Sacro Cuore

Aziende: CLAI, Euro Company, Macè, Caseificio Mambelli, Christian Hansen Italia

 

S3 di riferimento: Sistema agroalimentare

Contributo Regione Emilia-Romagna: 801.102,86 euro

Durata del progetto: dal 27/06/2016 al 26/08/2018 (26 mesi)

 

Principali filiere coinvolte: Agroalimentare, Lattiero-caseario

 

Sito web: www.microemiro.it

AddThis Social Bookmark Button